Cancelliamo i dati indesiderati +39.06.39754846 cyberlex.net

In tema di privacy, scaricare i dati da Google

Quanti di voi sono consapevoli che i dati di Google che scarichiamo non vengono eliminati dai server? È proprio così, è possibile infatti esportare e scaricare i dati dai prodotti Google che utilizziamo., per fare un esempio, a titolo esemplificativo, possiamo esportare i dati:

-dell’email;

-dei documenti;

-del calendario;

-delle foto;

-dei video di YouTube;

Google da la possibilità ai propri utenti di creare un archivio per conservare i nostri dati per poterli utilizzare in un altro servizio appartenente sempre al motore di ricerca. Una cosa molto importante da conoscere in merito di conservazione di dati Google è la circostanza secondo la quale laddove le azioni vengono considerate pericolose o rischiose per i dati personali dell’utente, potrebbero non essere disponibili ovvero essere mandare nuovamente al fine di proteggere l’account di chi fa richiesta di salvataggio di dati.

Suggerimento: se non riesci a trovare alcuni tuoi video, controlla se hai un account del brand. In questo caso, potresti dover cambiare account.

Selezionare i dati da includere nell’archivio da scaricare

Se ci portiamo sulla pagina qui linkata al fine di scaricare dati che vogliamo reperire, troveremo che i prodotti Google in cui sono presenti i nostri dati vengono selezionati automaticamente. Segno che Google è una macchina molto intelligente e non ci farà fare neppure lo sforzo di individuare i prodotti dove vi è la possibilità di scaricare i dati. Potremmo, dunque, anche scaricare tutti i dati presenti in tutti i prodotti Google, ma laddove ci interessa solo un tipo possiamo semplicemente scaricarli attraverso la selezione di quell’unico prodotto interessato.   Ora dobbiamo scegliere se scaricare tutti i dati presenti nel prodotto Google ovvero solo alcuni, la cernita è possibile selezionando un pulsante quale “elenco di tutti i dati inclusi”. Dopodiché basterà deselezionare la casella accanto ai dati che non si vogliono includere.

Metodo di recapito

È possibile personalizzare il formato dell’archivio e soprattutto in che modo reperire i dati. Invero, il metodo di recapito può essere: l’invio tramite download, dopodiché verrà inviato un link per scaricare l’archivio; ancora, è possibile aggiungere i dati sul Drive, così che non verranno occupati gb sul nostro computer. Vieppiù, è possibile aggiungere come metodo di recapito Google Dropbox. Ancora è necessario sapere che i fil così scaricati sono possono essere di due formati, file ZIP, che hanno la facoltà di essere aperti sulla maggioranza dei computer; ed i file TGZ, la cui apertura potrebbe comportare il complemento di un software aggiuntivo per l’apertura sui dispositivi su Windows.

Scaricare l’archivio dei dati di Google

Una volta che si è creato l’archivio, ottemperando ad i passaggi di cui sopra, tramite una di queste opzioni, verrà inviata una mail un’email con un link che rimanda alla posizione degli elementi scaricati. A seconda della quantità di informazioni presenti nell’account, la procedura potrebbe richiedere da pochi minuti o addirittura a qualche giorno. Ma, in ogni caso, la maggior parte degli utenti riceve il link che rimanda all’archivio il giorno stesso della richiesta inoltrata.

Che fine fanno i dati eliminati?

È chiaro che i dati non possono essere conservati per un tempo indeterminato, soprattutto se il richiedente ne ha disposto la cancellazione, in caso contrario si andrebbe a violare il GDPR nonché le norme sulla protezione della privacy. Ancora la cancellazione equivale ad un comportamento tale da ricondurre alla revoca del consenso da parte dell’interessato per la conservazione degli stessi. Invero, quando eliminiamo i dati, segue una procedura descritta nelle norme sulla privacy di Google per rimuoverli completamente ed in modo sicuro dal nostro account. In primo luogo, tutte le attività eliminate sono subito rimosse dalle visualizzazioni e non possono più essere utilizzate per personalizzare l’esperienza con Google, in ossequio ai principi del diritto alla privacy e del regolamento GDPR di cui sopra. Ancora Google, una volta avvedutasi della richiesta avvia una procedura servente ad eliminare completamente e in modo sicuro i dati dai sistemi di archiviazione. Dunque possiamo stare tranquilli non ci sarà bisogno di far intervenire il Garante Privacy tramite il reclamo allo stesso ovvero il Legale al fine di ottenere il diritto all’oblio dei dati che vengono eliminati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: