Rimuovere Link da Google

Vuoi rimuovere link da Google? Scopri come poter fare seguendo questa guida. Quante volte ti è capitato di imbatterti in link che non ti sembravano appropriati? Più spesso di quanto possiamo immaginare le persone si ritrovano online senza neanche saperlo. Spesso questi contenuti possono mettere in imbarazzo o lederela reputazione online di un individuo, quindi il più delle volte ci imbattiamo in qualcosa che noi non abbiamo autorizzato a pubblicare. In tutti questi casi, e in altri, possiamo rimuovere link da Google chiedendone la deindicizzazione scopriamo in questo articolo come fare.

Che cosa vuol dire deindicizzazione?

Ogni volta che un utente esegue una ricerca online il motore di ricerca, Google, crea una SERP. La SERP altro non è che una pagina di risultati che rispondono ai parametri di ricerca selezionati dagli utenti, in questa pagina ci sono una serie di link, immagini e contenuti a cui ogni persona può accedere. Questo perché Google indicizza i contenuti di un sito web e dopo avergli dato un “voto” li posiziona all’interno delle sue SERP in base al loro valore e alla loro rilevanza. Con il termine deindicizzazione si intende perciò il procedimento opposto ossia andiamo a chiedere a Google di smettere di indicizzare una pagina e di nasconderla dai vari motori di ricerca. Questo vuol dire che il motore di ricerca oscurerà il risultato. Non può però oscurarlo sempre infatti lo può fare solo all’interno dell’Unione Europea e solo per determinate parole chiave che gli vengono fornite. Nonostante infatti la nostra richiesta il motore potrebbe continuare a mostrare la pagina web in questione utilizzando altri termini di ricerca o al di fuori dell’Unione Europea.

Deindicizzazione e Gdpr

La deindicizzazione dei contenuti è una richiesta che è possibile fare grazie al GDPR ossia il regolamento europeo per la tutela dei dati sensibili di un utente nel web. Questo regolamento nato nel 2016 stabilisce e sancisce le linee guida generali che ogni proprietario di un sito web e ogni motore di ricerca deve seguire per tutelare la privacy dei propri utenti. Al tempo stesso con l’art.17 del GDPR stabilisce e gestisce il diritto all’oblio degli utenti, che altro non è la possibilità di poter richiedere l’eliminazione di eventuali dati personali o informazioni precise.

Come si esegue la richiesta?

Google mette a disposizione un apposito modulo da compilare che ci permette di eseguire la richiesta di deindicizzazione del link. All’interno della richiesta dovremo inserire link e parole chiave interessate. Tale richiesta può essere eseguita solo dal diretto interessato o da terzi qualora ne abbiano diritto legale, ad esempio un genitore o un tutore legale. La richiesta viene esaminata da un team specifico che di base si trova a Dublino e può essere approvata o no. Solitamente viene disapprovata quando non sussistono i presupposti per assecondare la richiesta e quindi Google avviserà l’utente della sua decisione finale.

 

Published by
Redazione

Recent Posts

Deindicizzare automaticamente dati sensibili da Google

Appare utile chiarire subito cosa si intenda per diritto all’oblio e quando è stato introdotto,…

3 giorni ago

Cancellare notizie false da Google, le novità introdotte dal Digital Service Act

Il Digital Service Act è un pacchetto di norme della Commissione dell’Unione Europea che è…

4 giorni ago

Diritto all’oblio su Google: le domande frequenti degli utenti

  Con il termine diritto all’oblio viene inteso come il potere di disporre dei propri…

6 giorni ago

Cosa fa YouTube per proteggere la tua identità e i tuoi dati personali

YouTube è una piattaforma poliedrica, nel senso che non solo si può trovare ed ascoltare…

1 settimana ago

Il sito di Twitter dedicato al GDPR

A partire dal 2016 ed ai sensi della legislazione europea del GDPR, è possibile rimuovere…

1 settimana ago

L’esecuzione del diritto all’oblio sui social network

Perché le persone hanno la necessità di cancellare le notizie che li riguardano dal web? …

2 settimane ago

Cancelliamo i dati indesiderati

+39.06.39754846

cyberlex.net