Cancelliamo i dati indesiderati +39.06.39754846 cyberlex.net

Cosa è un nome a dominio, tutto quello che c’è da sapere

Il nome a dominio viene spesso chiamato solo con il termine “dominio”, questo deve essere un nome facile da ricordare associato a un indirizzo IP fisico sul web. Il nome a dominio, di fatto corrisponde al nome unico che compare dopo il simbolo @ negli indirizzi email ovvero dopo www. negli indirizzi web. Per fare un esempio, il nome di dominio xxx.com potrebbe essere tradotto nell’indirizzo fisico 198.102.434.8. L’uso di un nome di dominio al fine di individuare una posizione su Internet per l’indirizzo IP numerico facilita la memorizzazione e la digitazione degli indirizzi web. Chiunque può acquistare ed operare utilizzando un nome a dominio. Per fare ciò basterà rivolgersi ad un host di dominio o a un registrar ed individuare un nome che non sia già stato utilizzato e pagare una quota annuale, così che questo nome a dominio comperato non sia utilizzato da altri, ben potendo identificare unicamente questo nome all’indirizzo IP. Per proporre un reclamo al fine di ottenere una riassegnazione del nome a dominio, clicca qui.

Cosa è il sottodominio

Il sottodominio è un dominio parte di un dominio più complesso e grande. Per fare un esempio mail.google.com, http://www.google.com e docs.google.com sono sottodomini del dominio google.com, i quali hanno come obbiettivo quello di essere affiliati a Goggle pur avendo un dominio differente. Coloro i quali sono proprietari dei domini ed hanno già acquistato un dominio, anche aziendale, possono creare loro stessi dei sottodomini allo scopo di dare indirizzi facili da ricordare sia per pagine o servizi web all’interno del dominio di primo livello.

Le varie tipologie di dominio

Il dominio può essere semplice, principale, secondario etc, analizziamo brevemente cosa vogliono dire questi termini. In primo luogo il dominio semplice è un indirizzo di un dominio senza il prefisso “‘www”, ad esempio cyberlex.com al posto di www.cyberlex.com, il quale risulta non semplice. Vedi anche Attivare l’indirizzo del dominio semplice. Il dominio principale è invece quello che abbiamo utilizzato per registrare l’account aziendale. Il dominio secondario è invece quello aggiunto su quello principale al quale sono associati utenti specifici.

L’host di dominio

Il dominio Internet dispone di un servizio di c.d. hosting che memorizza i record DNS che viene utilizzato per configurare diversi strumenti e servizi. Il dominio che viene comprato durante la registrazione ad un prodotto Google Cloud viene rilasciato da un hosting partner affiliato a Google, ma non a Google stesso. Laddove vengano utilizzati i servizi Google, è possibile accedere all’host del dominio. 

Come identificare l’host del dominio

Nel paragrafo precedente abbiamo parlato dell’hosting dominio, vediamo ora cosa si intende. Ebbene, questo è un servizio che si può trovare sulla rete internet che gestisce il nome del nostro dominio, come ad esempio mariorossi.com. Gli host di dominio per poter funzionare utilizzano i record DNS, che sono dei Domain Name System, e servono per unire il nome a dominio della email a siti web ed altri servizi web. La registrazione e l’hosting veri e propri del dominio vengono effettuati all’esterno di Google, anche se il dominio viene registrato attraverso un servizio di hosting di domini affiliato al motore di ricerca.