Cancelliamo i dati indesiderati +39.06.39754846 cyberlex.net

Privacy Policy, la panoramica sui requisiti di legge

Appare molto di frequente, soprattutto oggi con l’evoluzione dei mezzi digitali, e soprattutto con l’avvento dei social, che navigando in rete ci si imbatta, inserendo il nostro nome e cognome o i nostri dati magari la qualifica che ricopriamo nella casella di ricerca, anche query, dei browser, come Google si rinvengono contenuti lesivi della nostra reputazione personale, sia pure online, capace di riversarsi poi sulla sfera professionale. 

Il mancato rispetto delle norme sulla privacy comporta delle conseguenze che possono andare da multe sino anche alla reclusione, laddove questi comportamenti possano essere ritenuti reato.

Che cosa si intende per privacy policy?

La privacy policy non è altro che una politica sulla privacy, che si identifica quale documento che spiega come un’organizzazione gestisce le informazioni su clienti, clienti o dipendenti raccolte nelle sue operazioni. La maggior parte dei siti Web rende disponibili le proprie politiche sulla privacy ai visitatori del sito. Una pagina sulla privacy dovrebbe specificare tutte le informazioni di identificazione personale raccolte, come nome, indirizzo e numero di carta di credito, nonché altre cose come cronologia degli ordini, abitudini di navigazione, caricamenti e download.

Le componenti essenziali di una buona privacy policy

Come detto la privacy policy è un documento molto importante, il quale ha bisogno di alcune note essenziali per poter essere valido. Questo documento deve essere chiaro e completo, tale da essere comprensibile a tutti coloro che lo leggono. I requisiti necessari, in maniera esaustiva e non tassativa, sui quali gli utenti devono essere informati sono elencati di seguito:

-sull’identità e sulle informazioni di contatto del titolare del sito/app;

-sulla data di entrata in vigore dell’informativa sulla privacy;

-sulle procedure adottate per la notifica delle modifiche apportate alla privacy policy;

-sui dati che vengono trattati durante la navigazione e su quelli eventualmente trattenuti;

-sui terzi che hanno accesso ai loro dati;

– su tutti i diritti in relazione a questi.

Il consenso dell’interessato

Altro elemento importantissimo e necessario è la possibilità per l’interessato di poter esprimere il proprio consenso. Il consenso è molto importante laddove si entra nella fascia della tutela della Privacy dell’interessato, poiché è proprio la sottoscrizione del consenso che dà pieno titolo al Titolare del trattamento, ovvero in alcuni casi al web master, a pubblicare notizie e dati sul web.

L’interessato, infatti deve poter revocare il consenso su cui si basa il trattamento e se non sussiste altro fondamento giuridico per il trattamento; l’interessato, ancora, può opporsi al trattamento e non sussiste alcun motivo legittimo prevalente per procedere al trattamento; i dati personali sono stati trattati illecitamente; i dati personali devono essere cancellati per adempiere un obbligo legale previsto dal diritto dell’Unione o dello Stato membro cui è soggetto il titolare del trattamento; i dati personali sono stati raccolti relativamente all’offerta di servizi della società dell’informazione”.

Network Syrus
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: