Cancelliamo i dati indesiderati +39.06.39754846 cyberlex.net

Come Eliminare Notizie dal Web

Si possono cancellare articoli di giornale da internet? Al contrario di altre questioni di privacy online, la risposta a questa domanda è ben più spinosa, in quanto sono coinvolti diversi diritti che si scontrano in tal senso ed è quindi difficile dove si trovi il giusto punto di equilibrio tra essi, senza sbilanciarsi verso nessuno. Troviamo allo stesso tempo, infatti, il diritto all’oblio del privato, che intende proteggere le sue informazioni personali e desidera che certi contenuti vengano rimossi dal web e dalla portata di tutti; dall’altra parte, invece, troviamo i diritti del grande pubblico, quali il diritto all’informazione o il diritto di cronaca. Se ti rivolgi ad un bravo esperto di diritto online per sapere come eliminare notizie dal web, infatti, ti dirà che è quasi sempre molto difficile eliminare completamente un articolo dal web e la migliore soluzione nella maggior parte dei casi, infatti, è la deindicizzazione del link dal motore di ricerca. I motori di ricerca, infatti, spesso accettano questo tipo di richieste, soprattutto quando si tratta di articoli obsoleti, non aggiornati, risalenti a anni prima e rappresentanti eventi o processi ormai conclusi da tempo in modo totalmente diverso dall’inizio, non più interessanti e rilevanti per il grande pubblico. Questo strumento consente di proteggere la propria privacy e non pregiudicare la propria reputazione online, la propria carriera e la propria vita personale in generale. 

Come cancellare notizie contenenti informazioni personali

Se la notizia che intendiamo rimuovere contiene nostre informazioni personali, possiamo appellarci al diritto all’oblio. Grazie a questo diritto, introdotto nel GDPR del 2018, tutti i motori di ricerca sono obbligati a mettere a disposizione dei loro utenti gli strumenti adeguati per godere di questo diritto, quindi dei moduli di rimozione contenuti che permettono agli utenti di richiedere la cancellazione di alcuni link dal motore di ricerca. In questi moduli, andranno specificati non solo i dati anagrafici del richiedente, ma anche i link, le parole chiave, i dati personali coinvolti nella deindicizzazione. Se la richiesta venisse accettata, i link riportanti alle notizie saranno rimossi solo dal motore di ricerca, e quindi si saranno solo eliminate le URL da Google o altri motori, ma rimarranno attivi sul sito web di origine in cui sono riportati.

Come agire per la rimozione in caso di un articolo diffamatorio

Tutto ciò che abbiamo detto finora riguardo l’equilibrio tra diritto di cronaca e diritto alla privacy vale però solo per quelli che sono davvero articoli di cronaca o di informazione, rilevanti ed importanti per l’informazione pubblica. In caso di articoli diffamatori, invece, la situazione è completamente diversa. Un articolo diffamatorio, innanzitutto, si definisce tale quando mira a diffamare una persona o un’entità su un blog di terzi, spesso in maniera anonima, attraverso frasi diffamatorie che ledono alla libertà, alla privacy e alla reputazione di un individuo. Se quindi troviamo al suo interno questo tipo di contenuto, possiamo assolutamente appellarci al diritto all’oblio e richiedere la rimozione dell’articolo diffamatorio. Per procedere in tale senso, con l’aiuto di un avvocato e di una diffida si effettua prima la solita richiesta la motore di ricerca, come Google, Yahoo o Bing, che se dovesse rigettare la richiesta ci costringe a procedere per vie legali: si sottopone la diffida direttamente al sito web, chiedendo la sua totale rimozione dal sito e quindi la conseguente eliminazione del link negativo anche dal motore di ricerca.