Cancelliamo i dati indesiderati +39.06.39754846 cyberlex.net

Diritto all’Oblio Quando i Dati Non Sono Più Necessari per le Finalità

Scopriamo insieme come cancellare dati personali da internet grazie al diritto all’oblio. Internet è ormai parte integrante delle nostre vite, per qualsiasi informazione su persone, aziende, servizi o cose ci rivolgiamo a lui. Questo possiamo dire che è il suo grande potere ma con il suo avvento e la sua popolarità si è creato anche il problema di dover tutelare ogni individuo dalle informazioni online che si possono trovare su di esso. Digitando il nome e cognome di una persona possiamo trovare molte informazioni che lo riguardano ad esempio i suoi social network oppure fatti di cronaca che lo coinvolgono o a cui ha preso parte. Nasce così il diritto all’oblio ossia alla possibilità di essere cancellato da internet insieme ai propri dati personali e a tutto ciò che lo riguarda sia del presente che del passato se una persona manifesta la volontà di mantenere riservata la sua vita e vuole proteggere i suoi dati personali. In questo articolo ne andremo a parlare meglio e approfondiremo l’argomento.

Che cos’è il diritto all’Oblio

Il diritto all’oblio è stato stabilito dal GDPR ossia il garante della privacy che tutela ogni cittadino. Con l’articolo 17 il GDPR ha stabilito che ogni persona ha il diritto di ottenere la cancellazione dei propri dati personali dal titolare del trattamento senza ritardi in questi casi:

  1.  i dati personali non sono più necessari rispetto alle finalità per le quali sono stati raccolti o altrimenti trattati;
  2.  l’interessato revoca il consenso su cui si basa il trattamento conformemente all’articolo 6, paragrafo 1, lettera a), o all’articolo 9, paragrafo 2, lettera a), e se non sussiste altro fondamento giuridico per il trattamento;
  3. l’interessato si oppone al trattamento ai sensi dell’articolo 21, paragrafo 1, e non sussiste alcun motivo legittimo prevalente per procedere al trattamento, oppure si oppone al trattamento ai sensi dell’articolo 21, paragrafo 2;
  4.  i dati personali sono stati trattati illecitamente;
  5. i dati personali devono essere cancellati per adempiere un obbligo giuridico previsto dal diritto dell’Unione o dello Stato membro cui è soggetto il titolare del trattamento; (1)
  6. i dati personali sono stati raccolti relativamente all’offerta di servizi della società dell’informazione di cui all’articolo 8, paragrafo 1.

Che cos’altro ci dice questo articolo 17?

L’articolo 17 stabilisce sia quando si ha diritto ad ottenere la cancellazione sia quando non c’è. Infatti non si può esercitare il diritto quando esso viola la libertà di espressione o di informazione, ma anche quando il raccoglimento di questi dati è ai fini di archiviazioni per pubblico interesse come ad esempio una ricerca scientifica oppure storica. Ogni volta perciò si va ad interpretare il garante della privacy o il giudice che stabilirà quando è possibile, di caso in caso, esercitare il diritto all’oblio. 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: