EU General Data Protection Regulation GDPR - Diritto di Cancellazione +39.06.39754846

Applicazione GDPR, il bilancio delle autorità

Applicazione GDPR, il bilancio delle autorità

By

Cyber Lex
Cancelliamo i Dati Indesiderati
Tel. 06 39754846

Il diritto alla rimozione dei dati personali dai motori di ricerca è una dei principali cambiamenti del GDPR. Nella prassi questo tipo di diritto viene comunemente definito diritto all’oblio e viene disciplinato ai sensi dell’art. 17 GDPR. Solo ai fini di chiarezza è bene riportare uno stralcio della normativa ora menzionata, l’art. 17 del GDPR stabilisce che l’interessato ha il diritto di ottenere dal titolare del trattamento la rimozione dei dati personali che lo riguardano in sei casi, elencati nel seguito del medesimo articolo. L’articolo 17, par. 1 del regolamento individua proprio come primo motivo per la cancellazione delle informazioni lesive, il venir meno della necessità di conservare i dati personali di una persona laddove siano cambiate le finalità per cui il trattamento era stato compiuto. La norma. Infatti, fa espresso riferimento ai casi in cui “le informazioni personali siano inesatte o non aggiornate a causa del trascorrere del tempo”. Nell’ultimo decennio la crescente digitalizzazione della vita di ognuno di noi ha comportato diversi cambiamenti, soprattutto rispetto al modo di cercare e trovare informazioni riguardo alle persone che ci circondano. Proprio per questo motivo Il Garante Privacy, autorità indipendente deputata al controllo della privacy e del rispetto delle regole inerenti al diritto all’oblio e GDPR, ha ritenuto importante avviare una indagine, ovvero un bilancio sull’applicazione dell’applicazione del GDPR in Europa.

I reclami e le segnalazioni in Europa

Secondo quanto mostrato nel grafico che si può trovare in allegato a questo link, i reclami e le segnalazioni al Garante Privacy nei vari periodi temporali sono davvero alti.  Invero, il grafico in esame mostra che nel periodo considerato, il quale copre un arco di 4 mesi dal 25 maggio-28 settembre, ci sono stati più di 2500 reclami al mese.

La comunicazione dei dati di contatto degli RPD

Ancora, al punto nr. 2 del link sopraindicato vi è un grafico, che mostra l’andamento del numero totale delle comunicazioni attive effettuate dai titolari/responsabili del trattamento. Ciascun valore indicato nel grafico, più di 5000 in alcuni casi, è comprensivo di periodi precedenti al netto di modifiche e revoche intervenute nel corso del tempo.

Network Syrus
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: